Shanghai_Cooperation_Organisation_(logo).svgDal 23 al 24 giugno a Tashkent si è svolto Shanghai Cooperation Organization Summit.  L’agenzia d’informazioni “Jahon” ha parlato dei risultati del Summit e del contributo dell’Uzbekistan allo sviluppo dell’associazione con il presidente della nostra Camera di Commercio, Ing. Luigi Iperti, e con Il Segretario Generale di Isiamed, Dott. Antonio Loche. Pubblichiamo la traduzione italiana dell’articolo.
L’amministratore delegato della società Techint Industrial Corporation Spa e presidente della Camera di Commercio Italia-Uzbekistan, Luigi Iperti, ha sottolineato che SCO Summit rappresenta uno dei vertici più importanti e significativi della storia. Il summit ha consolidato la posizione internazionale della Shanghai Cooperation Organization ed ha contribuito alla realizzazione dei piani per il futuro.

– L’Uzbekistan ha dato un contributo enorme alla adozione dei documenti importanti riguardanti il miglioramento delle attività della SCO, l’approfondimento della cooperazione in vari ambiti durante la sua presidenza negli anni 2003-2004, 2009-2010 e 2015-2016.

I risultati del Summit hanno dimostrato la capacità dell’Uzbekistan di difendere la propria posizione, così come raggiungere un consenso con l’obiettivo di promuovere le iniziative importanti e vantaggiosi per tutti. Queste iniziative testimoniano l’efficacia della politica estera del Paese e corrispondono alla sua importanza nella regione.  Il presidente Islam Karimov ha ribadito la necessità di evitare la mentalità del “blocco” e la trasformazione della SCO in un’alleanza politico-militare.

Inoltre, vorrei congratularmi con i leader ed i diplomatici uzbeki per il lavoro svolto, per l’ottima organizzazione del SCO Summit, nonché l’adozione di un documento così importante, come Tashkent Declaration of the 15th Anniversary of the Shanghai Cooperation Organization – ha sottolineato Ing. Iperti.

Il Segretario Generale di Istituto Italiano per l’Asia e il Mediterraneo, Dott. Antonio Loche, a sua volta, ha sottolineato che la presidenza dell’Uzbekistan alla Shanghai Cooperation Organization ha aumentato considerevolmente l’importanza di questa organizzazione al livello internazionale. Questo ha, inoltre, rafforzato il ruolo dell’Asia Centrale nella comunità internazionale.