Grazie allo Studio Legale Carnelutti abbiamo ricevuto alcune informazioni relative a progetti realizzati in Uzbekistan, che aprono nuovi ed interessanti scenari anche per le società italiane.

  1. La saudita ACWA Power, uno dei principali sviluppatori, investitori e operatori di impianti di generazione di energia e acqua desalinizzata in 13 paesi, ha annunciato la conclusione dell’accordo per lo sviluppo, la costruzione e il
    funzionamento della centrale elettrica a ciclo combinato di Sirdarya da 1500 MW. Il progetto è supportato da BERS, German Investment Corporation (DEG), Standard Chartered, Natixis, Société Générale, il Fondo OPEC per lo sviluppo internazionale e la Banca della Cina.
  2. Russia e Uzbekistan stanno programmando lo sviluppo di 33 progetti per un valore di 2,2 Mrd di Usd, tra i quali l’esplorazione e lo sviluppo di un giacimento di gas nel sud del paese centroasiatico.
  3. Nelle scorse settimane è stato sottoscritto un memorandum d’intesa tra il Ministero dell’Energia uzbeko e la tedesca Simens Energy AG, nonché una Road Map per l’attuazione dei progetti, tra i quali la costruzione di nuovi impianti di generazione, audit energetico degli impianti di produzione con la preparazione di proposte per l’implementazione di tecnologie efficienti dal punto di vista energetico, formazione e istruzione del personale.
  4. La società energetica olandese Stone City Energy si è aggiudicata un appalto per lo sviluppo di una centrale termica da 1,56 GW nella regione del Surkhandarya in Uzbekistan. Il costo totale del progetto è stimato in circa 1,2 Mrd di Usd, con l’impianto che dovrebbe essere operativo entro la fine del 2024.
  5. La BERS e il governo uzbeko hanno firmato un memorandum d’intesa per una cooperazione a lungo termine per l’ottenimento della neutralità carbonica del settore energetico uzbeko entro il 2050. In base all’accordo, la BERS prevede di fornire supporto tecnico e finanziamenti per lo sviluppo e la realizzazione di progetti per grandi centrali elettriche basate su fonti energetiche rinnovabili, l’implementazione di soluzioni per l’ammodernamento della rete elettrica, lo smantellamento delle vecchie centrali termiche nonché l’ammodernamento e la riconversione della flotta di generazione a gas