logotipIl presidente Luigi Iperti ha partecipato all’International Investment Forum, che si è tenuto a Tashkent, il 6 novembre, con la partecipazione di oltre 250 imprese straniere. Anche l’Italia è stata presente con un gruppo qualificato di medie imprese. L’evento è stato preceduto da visite ad impianti ed alle principali città d’arte dell’Uzbekistan. Il Forum è stato presieduto dal primo viceministro e Ministro delle Finanze Rustam Azimov. Numerosi ministri e presidenti della principali società Uzbeke sono stati presenti. Tra essi Elyor Ganiev, Ministro degli Investimenti e del Commercio Estero.


Le principali relazioni sono state tenute da esponenti del mondo finanziario, ADB, Wordl Bank, ed industriale. Molti tra essi gli esponenti delle società straniere che hanno creato importanti JV nel Paese. Rilevante è il settore automotive con la General Motors, la Man, la Mercedes, la Isuzu. Si ha l’impressione che la crisi mondiale abbia toccato in modo marginale l’Uzbekistan che continua ad incrementare il PIL dell’8% all’anno. Naturalmente il Forum aveva l’obiettivo di invogliare gli industriali stranieri presenti ad investire nel Paese e a partecipare alla privatizzazione di numerose industrie.L’impatto dei risultati raggiunti è stato sicuramente positivo. Riportiamo quanto comunicato da UzDaily.

Uzbekistan signed over 100 agreements and memorandums for US$12.4 billion within the International Investment Forum, which was held in Tashkent on 5-6 November 2015. First Deputy Prime Minister and of Uzbekistan stated that some 104 agreements and memorandums for total sum of US$12.4 billion were signed with foreign companies and banks. Rustam Azimov underlined that the liabilities of foreign partners make up US$4.72 billion. Within the sectional and plenary sessions of the forum, representatives of Uzbekistan and foreign states inked 39 memorandums and agreements on realization of new investment projects for US$11.7 billion. The projects will be realized in such sectors as fuel-energy sector, chemical industry, machinery, textile industry and infrastructure. Within the forum, 59 agreements on attraction of foreign investments within the privatization programme for US$437 million were signed. Another six inter-banking agreements for about US$1 billion were also inked.