Il 10 marzo 2022 il Ministero delle Risorse Agricole della Repubblica dell’Uzbekistan, l’Università degli Studi di Milano e la Camera di Commercio Italia – Uzbekistan hanno firmato a Milano un Memorandum of Understanding (MoU) per stabilire una cooperazione strategica per il settore agricolo della Repubblica dell’Uzbekistan.

L’evento si è svolto nella sede storica del Rettorato dell’Università degli Studi di Milano, a Milano, con la partecipazione di S.E. il Vice Ministro delle Risorse Agricole, Alisher Turayev, collegato via video da Tashkent, il Consigliere dell’Ambasciata dell’Uzbekistan in Italia, Nuriddin Kushnazarov, il Rettore dell’Università degli Studi di Milano, Prof. Elio Franzini, la Prorettrice per l’Internazionalizzazione, Prof. Antonella Baldi, e il Presidente della Camera di Commercio Italia – Uzbekistan, Giorgio Veronesi, e il Presidente onorario della Camera di Commercio Italia – Uzbekistan, Luigi Iperti.

Il Ministero sta attuando una strategia di sviluppo agricolo per il periodo 2020-2030, progettata per rendere il settore un motore trainante della crescita economica dell’Uzbekistan, creare nuovi posti di lavoro e aumentare il reddito della popolazione.

L’Università degli Studi di Milano, negli oltre 150 anni di storia della sua Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari, ha sviluppato notevoli competenze ed esperienze nei sistemi agrari dalla scala molecolare a quella territoriale. L’Università degli Studi di Milano dispone di una solida rete tecnica e di ricerca che può essere utilizzata a supporto delle attività del Ministero.

La Camera di Commercio Italia – Uzbekistan opera da 20 anni nello sviluppo di fruttuosi scambi commerciali, culturali e di conoscenze tra Italia e Uzbekistan.

Le tre parti collaboreranno sfruttando le possibili sinergie, al fine di realizzare le attività e i progetti congiunti del Ministero da concordarsi caso per caso.

In particolare, l’Università degli Studi di Milano assisterà il Ministero individuando tre gruppi  di  lavoro,  composti  da  ricercatori  esperti  e  tecnici  nelle  seguenti  aree:

–    viticoltura  (portainnesti,  uva  da  tavola  e  da  vino,  uva  passa):  dal miglioramento genetico alle pratiche colturali, compresa la gestione delle acque, la gestione del post-raccolta e la trasformazione

–     zootecnia: dalle tecniche di allevamento alla trasformazione dei prodotti animali

–     colture orticole: dal miglioramento genetico delle piante alle pratiche colturali e alla gestione post-raccolta.

Le attività includeranno mobilità internazionale a livello di studenti e studentesse dei corsi di laurea di primo livello e di master, dottorande e dottorandi e personale ricercatore e docente.

Il Viceministro dell’Agricoltura Alisher Turayev afferma: “Accogliamo con grande soddisfazione il memorandum d’intesa siglato dalle nostre istituzioni. Si tratta di un’opportunità di sinergia che pone solide basi per ulteriori iniziative di cooperazione. Insieme daremo vita a nuove idee e condivideremo conoscenze, innovazioni e tecnologie. Prevediamo una stretta collaborazione con entrambe le istituzioni per garantire scambi di studenti, docenti e ricercatori, e la formazione di specialisti. Intendiamo inoltre creare una road map congiunta che preveda attività specifiche per il periodo 2022-2023, discutendo periodicamente i progressi compiuti. Auguro grande successo alla nostra partnership e attendo con ansia i suoi frutti”.

La Prorettrice per l’Internazionalizzazione dell’Università degli Studi di Milano, Prof. Antonella Baldi ha dichiarato: “Sono particolarmente lieta di questo Memorandum of Understanding con il Ministero dell’Agricoltura dell’Uzbekistan e la Camera di Commercio Italia-Uzbekistan che mira a sviluppare una collaborazione non episodica tra le nostre istituzioni al fine di promuovere le filiere agroalimentari dell’Uzbekistan facendo leva sulla formazione universitaria e sulle competenze tecnico-scientifiche sviluppate nei nostri due Paesi che vantano un’antica tradizione nell’agricoltuta e nell’allevamento. Questo accordo si inserisce in un ampio scenario di relazioni internazionali universitarie volto a sviluppare gli scambi di docenti e studenti in Europa e nel mondo. La Repubblica dell’Uzbekistan è un partner particolarmente prestigioso per il nostro Ateneo perché negli ultimi anni ha dimostrato una forte propensione all’apertura di canali istituzionali volti a favorire l’internazionalizzazione negli scambi formativi e nella ricercar”.

Giorgio Veronesi, Presidente della Camera di Commercio Italia – Uzbekistan, ha dichiarato: “Sono lieto che il Ministero dell’Agricoltura e l’Università Statale di Milano abbiano concordato di stabilire solide basi per attuare una cooperazione in Uzbekistan, Paese che sta attuando con determinazione e visione strategica un piano di ammodernamento e sviluppo del settore agroalimentare, che a nostro avviso offre anche importanti opportunità di approvvigionamento di tecnologia dall’Italia e investimenti congiunti nel Paese. Sono molto grato a S.E. l’Ambasciatore dell’Uzbekistan in Italia, Otabek Akbarov, che ci ha aiutato a stabilire il collegamento tra il Ministero e l’Università degli Studi di Milano“.