logotipPer decreto del presidente della Repubblica dell’Uzbekistan Islam Karimov il 5 ed il 6 novembre a Tashkent si terrà l’International Investment Forum. L’evento vedrà la presenza dei vari scienziati ed esperiti, dirigenti e rappresentanti di oltre 250 imprese straniere, strutture economiche e finanziarie internazionali. I giornalisti dell’agenzia d’informazioni nazionale uzbeka hanno parlato con alcuni partecipanti.


Edgar Klose, presidente del consiglio dell’Istituto di Brandeburgo per lo sviluppo ed il supporto della tecnologia e dell’innovazione, professore (Germania):

 – Sono lieto di esser invitato al forum.

Grazie al “modello uzbeko” di sviluppo, elaborato dal presidente Islam Karimov e basato su 5 principi, l’Uzbekistan sta raggiungendo dei buoni risultati  in tutti i settori. E’ importante che alla base delle riforme attuate in Uzbekistan si trovano degli obiettivi nobili come garantire gli interessi delle persone, la crescita del livello della vita, l’educazione della nuova generazione articolata.

Indubbiamente, l’International Investment Forum sarà lo stimolo per l’ulteriore sviluppo dell’economia dell’Uzbekistan. I partner stranieri, tra cui la Germania, sono interessati all’ulteriore sviluppo della cooperazione economica e nell’ambito degli investimenti con il vostro Paese, poiché il mercato dell’Uzbekistan rappresenta uno dei mercati più grandi ed importanti nell’Asia Centrale.

Tai Hen Chi, il CEO della compania “D&H International” (Corea del Sud):

-L’economia dell’Uzbekistan si sta sviluppando in un modo dinamico. Con la crisi economica e finanziaria mondiale la crescita del PIL nel vostro Paese è superiore a 8%. Questo è il principale motivo per cui gli imprenditori stranieri investono nell’economia uzbeka.

In Uzbekistan vengono ampiamente introdotti le nuove tecnologie e know-how in tutti i settori industriali. Grazie a questo si raggiungono gli indici considerevoli nella produzione. La Corea del Sud sta attivamente collaborando col Uzbekistan i vari ambiti. Abbiamo una idea molto chiara sul clima di investimento del vostro Paese. Nell’ambito dell’International Investement Forum abbiamo programmato di condurre le trattative con i rappresentati delle società uzbeke e di scegliere le aree di business per la cooperazione.

Luigi Iperti, il presidente della Camera di Commercio Italia-Uzbekistan, vice presidente di Techint Industrial Corporation Spa (Italia):

-In Uzbekistan si presta molta attenzione allo sviluppo delle piccole e medie imprese, all’attrazione degli investimenti esteri in tutti i settori dell’economia del Paese. Le misure prese e gli atti giuridici adottati in questi ambiti stimolano l’interesse da parte degli investitori stranieri per rafforzare i rapporti con l’Uzbekistan.

Il rapporto tra l’Uzbekistan e Italia si sta sviluppando in molti settori, in particolare, nel settore industriale, nell’agricoltura e nell’industria tessile. Da più di 15 anni la nostra organizzazione collabora con l’Uzbekistan nei settori commerciale e degli investimenti. Abbiamo intenzione di partecipare attivamente all’ulteriore rafforzamento delle relazioni, creare nel vostro Paese i nuovi produzioni high-tech e sviluppare il settore tessile. L’International Investment Forum ha un ruolo molto importante per la realizzazione di questi piani. Il forum permetterà di conoscere meglio le aree di business promettenti in Uzbekistan, scambiarsi delle opinioni e delle esperienze e condurre le trattative sulla realizzazione dei nuovi progetti congiunti.

La traduzione russa dell’articolo è disponibile online sul seguente link: www.jahonnews.uz