IMG_0123-cover  Il Presidente Luigi Iperti ha visitato il padiglione dell’Uzbekistan all’EXPO  2015, accolto dal Responsabile Oybek A. Mirbabaev e da Shakhnoza A. Usmanova, Deputy Chief Editor della National TV & Radio Company of Uzbekistan. Il padiglione è articolato in due moduli nell’ambito del Cluster Frutta e Legumi.  L’Uzbekistan porta nel padiglione il sole delle sue lunghe estati, che con il suo calore fa maturare i frutti della terra in tutto il loro sapore. Con la partecipazione a Expo Milano 2015 all’interno del cluster Frutta e Legumi l’Uzbekistan vuole infatti mostrare il suo ampio potenziale nella produzione sostenibile di frutta e verdura, lo sviluppo del settore agricolo all’interno della sua economia, le capacità della sua industria alimentare.
Una parte del padiglione è dedicata alla descrizione della cucina nazionale, alla sua storia, alla sua tradizione, alle tecnologie impiegate, alle ricette dei piatti principali, ai prodotti da forno e ai dolciumi. Il Paese mette in evidenza i diversi tipi di prodotti ortofrutticoli, in particolare meloni e zucche: la loro coltivazione qui ha una storia millenaria che risale a più di duemila anni fa. L’Uzbekistan svela a Expo Milano 2015 anche i suoi vini, il Paese è infatti uno dei principali produttori di vino nell’Asia centrale.
Nel padiglione sono esposti alcuni capi del vestiario tradizionale Uzbeko con allegre e finissime lavorazioni a mano a dimostrazione dell’intimo legame che vi è in Uzbekistan tra produzioni agricole , tra cui quella del cotone, e la produzione di abbigliamento artigianale.
Nel corso dell’incontro la signora Uzmanova ha voluto intervistare il Presidente Iperti in merito alle attività della Camera e alla collaborazione tra Italia ed Uzbekistan. L’Ing. Iperti ha evidenziato la partecipazione di un gruppo di aziende italiane all’Agrominitec 2015 di fine maggio a dimostrazione del loro interesse verso il mercato Uzbeko e dell’eccellenza del Know how italiano negli impianti per la trasformazione dei prodotti ortofrutticoli. L’intervista è stata ampia ed ha riguardato la collaborazione tra Italia ed Uzbekistan in vari settori tra cui quello della moda, degli impianti meccanotessile e delle piccole e medie industrie uzbeke interessate a comprare macchinario italiano.