Mentre a fine febbraio le esportazioni italiane erano in linea con quelle del 2019, e cioè 38,5 milioni di € contro 38,9, a marzo si è cominciato a sentire l’influenza del Covid 19. Le esportazioni sono scese a 63, 2 milioni di € contro 72, 8 di un anno prima. Questo numero è comunque superiore a quello del 2018 di 59,2 milioni. Invece le esportazioni Uzbeke in Italia sono cresciute per il settore tessile e abbigliamento che passa da 2,9 a 3,2 milioni, mentre globalmente sono fortemente diminuite per la mancanza di esportazione di rame che l’anno prima aveva un valore di 13, 5 milioni. Purtroppo la situazione è destinata a peggiorare ulteriormente per l’arresto in marzo e aprile delle attività nei due Paesi.